Abitare Miti, Fenomeni e Storie per i Luoghi dell'Anima e della modernità

Amministrative 2011

2 commenti


Lentini : nuove idee per un’antica Città

Conosciamo bene l’impegno, la preparazione, l’onestà intellettuale e la serietà di certe figure politiche candidate in questa campagna elettorale. Per questo motivo, privo di favoritismi, ho deciso di pubblicare un testo che richiami l’attenzione di quanto più cittadini possibili. Ciò che voglio con la presente è consigliare “un programma elettorale” da mettere in pratica con determinazione, correttezza e coerenza dalla prossima amministrazione comunale a prescindere dal colore e dallo schieramento politico, questo purchè la Città venga rispettata e onorata!
Siamo ben consapevoli che certuni marpioni della politica spesso si avvalgono di volti giovani per escogitare possibili vittorie. Siamo altrettanto consapevoli, però, che certi giochi dell’apparire saranno ben difficili da realizzare quando costoro si troveranno davanti gente seria e che priva di clientalismi andrà alle urne. Torno a dire la mia non è alcuna critica nei confronti di nessuno.
Tempo fa scrissi una nota criticando genericamente il modo di molti di fare campagna elettorale, e ad oggi rimango dello stesso avviso, e cioè che chi si candida non deve proporsi come un prodotto commerciale invogliando le persone con cene e promesse.
Sono infatti del parere che mettere a disposizione le proprie competenze della comunità sia una cosa da non sminuire semplicemente regalando una pacca sulla spalla ed un panino con la porchetta.. almeno io credo!

La politica  è infatti un bene comune e va trattata con rispetto perché essenziale per la nostra vita e per il nostro futuro. La politica influisce sul cibo che mangiamo, sull’acqua che beviamo e sull’aria che respiriamo e perciò se si decide di proporsi con una o l’altra lista ad entrare nei pochi che gestiranno il nostro territorio per i prossimi anni, bisogna farlo con la consapevolezza d’essere a disposizione di tutti i cittadini. Senza criticare l’amministrazione uscente o rimproverare qualcosa a qualcuno, credo che non si può più continuare con una politica chiusa nei palazzi spesso al servizio di pochi, ma bisogna avviare un percorso fattodi incontri preventivi, di partecipazione, di democrazia, in poche parole una politica fatta anche da cittadini che vogliono riscoprire il gusto di pensare alla propria città come un bene comune da tutelare.

Per comprendere meglio il mio pensiero, ho svolto una ricerca e metto qui scritto una sintesi di punti che ritengo importanti per la nostra (potenzialmente) splendida Città.

Trasparenza;

  •  preventiva discussione con i cittadini per i temi di prioritaria importanza, frequenti riunioni con i cittadini e con le associazioni presenti nel territorio per recepire proposte o critiche,
  • registrazione e diffusione in streaming dei consigli comunali.

Territorio;

  • il territorio inteso come bene comune, ogni decisione va presa concordata con i cittadini e le associazioni presenti sul territorio e non per libera scelta privata spesso di carattere solo speculativo,
  • (dimenticavo) .. priorità al recupero di un centro storico privo di riqualificazione e rivalorizzazione, recupero del centro urbano esistente,

Cultura;

  • Stiamo perdendo la nostra cultura, stiamo perdendo le nostre identità. L’arte, i Beni Culturali ed Archeologici, un tempo fondamento della civiltà , oggi sono marginali. La nascita di centri culturali dove poter elaborare le nostre potenzialità, o dove poter dedicare giornate alla cultura, potrebbe far riscoprire questo interesse nelle nuove generazioni, attualmente disinteressate ed allo sbando!.

Ambiente e Salute;

  • bonifica del nostro territorio, estirpare le discariche abusive per tutelare la salute dei cittadini,
  •  la città deve essere in ogni sua parte vivibile, senza creare differenze tra i vari quartieri,
  • rispetto del piano regolatore per i ponti radio al fine di limitare l’inquinamento elettromagnetico, valutazione di nuove tecnologie, come le micro celle, per evitare grandi apparati trasmittenti dislocati in pochi siti ( vedesi contrata sant’antonio).

Sicurezza;

  • riordino dell’arredo urbano, l’investimento nella realizzazione di spazi sicuri per far vivere la città ai nostri figli, o un’attenta sistemazione e ristrutturazione degli edifici scolastici sono i primi punti che l’amministrazione comunale dovrebbe affrontare,
  •  adeguarsi alle esigenze naturali del territorio .

Lavoro;

  • Priorità assoluta per questa tematica, bisogna creare opportunità di lavoro compatibili con la nostra cultura e con la nostra ricchezza paesaggistica, incentivare il turismo dando risalto al nostro patrimonio culturale,
  • realizzazione di strutture permanenti per la vendita diretta dei prodotti locali,
  • Incendivando il lavoro facciamo fronte alla malavita locale!

Trasporti;

  • i trasporti nella nostra città si riducono praticamente solo a quelli del periodo scolastico, è assurdo pensare che un cittadino o un turista non riesca a spostarsi senza il proprio mezzo. Nel trasporto privato potrebbero essere adottati  metodi  come l’affitto di biciclette, o motori elettrici per il popolamento del centro storico e lil facilitamento dello spostamento del cittadino, facendo fronte così all’inquinamento acustico e edell’atmosfera, nel trasporto pubblico si potrebbe pensare ad una maggiore copertura del territorio fatta soprattutto con minibus. Anche la gestione dei trasporti a carica di una sola azienda forse potrebbe non essere la migliore soluzione.

Rifiuti;

  • la politica DEVE intervenire per arginare il problema, risolvendo il problema con scelte che stanno a monte della catena dei rifiuti. La sensibilizzazione dei cittadini sugli acquisti, l’informazione su ciò che si può riciclare e la realizzazione di una vera filiera corta per i prodotti alimentari possono ridurre enormemente la produzione di rifiuti. Oltre a questo bisogna attivare esperienze già comprovate ed economicamente convenienti come quella del centro rifiuti.

Energia;

  • la produzione di energia dipende innanzitutto dal reale fabbisogno energetico della città. Pertanto secondo buon senso, il primo passo sarebbe quello di adottare una politica basata sul risparmio energetico e successivamente sulla produzione diffusa di energia. Esistono sistemi per la riduzione dei consumi nella pubblica illuminazione che vanno adottati, come esistono altre soluzioni tecniche che vanno portate a conoscenza della cittadinanza e che potrebbero dare altre opportunità alla piccola impresa ed all’artigianato locale.

Città;

  • pensiamo alla nostra città degli anni 80, viva in ogni momento dell’anno, con punti di ritrovo nei vari quartieri per i giovani e con un unico punto di ritrovo per tutti i cittadini che era la Piazza, Villa Gorgia, il CineTeatro Lo Presti ecc.. Lo spostamento di molte attività commerciali in periferia, ha svuotato il centro storico, dando via alla Desertificazione delle Vie Storiche. C’è la possibilità anzi il dovere di ripartire da zero e ricostruire quanto si è perso, con l’aiuto dei commercianti e delle varie associazioni di categoria si dovrebbero creare più eventi che riportino i giovani ed i meno giovani a vivere il centro Città, il cuore della Città. La piazza vista come un grosso contenitore di attività culturali, artistiche e non un mini campo sportivo inerbato o insabbiato, scusatemi se almeno qui entro nei meriti. Chi ha avuto la possibilità di visitare paesi e borghi Siciliani, molto ricercati da turisti anche stranieri, si sarà certamente reso conto che Lentini e le non è certamente da meno, e non solo nei giorni di Maggio. Pertanto uno sviluppo del centro storico e dell’economia ad esso legata, non potrà prescindere dal turismo culturale ed artistico che la nostra città si presta bene ad accogliere,
  • fatta eccezione per i centri parrocchiali e per qualche centro sociale, oggi i nostri figli non hanno più punti di ritrovo. Esistono gli spazi e esiste la possibilità con pochi sacrifici di creare strutture per attività ricreative e sportive come spesso è stato fatto in passato.
Annunci

Autore: giorgiofranco_s

Activities in the field of Cultural Heritage and Tourism. It is essential to believe that the Culture could be the means of reconstruction suited to showing the best memory, Beauty. Rediscovering "places thinking".

2 thoughts on “Amministrative 2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...